Food » Carnevale Cantando Cantando

img_4788

Il portale enogastronomico Spaghetti Italiani nasce nel 2000 grazie a un’idea di Luigi Farina; nel 2006, supportato da Angela Viola, il sito diventa un’associazione che arricchisce il panorama nazionale e che ha sede a San Giorgio a Cremano, paese di Troisi e Noschese, oltre che mio (!). Per questo, sono anni che li seguo e ho partecipato, da spettatrice, anche alle Olimpiadi del Gusto, una bella manifestazione a tema food che vanta già 2 edizioni. La prossima – che sarà in maggio – a Villa Bruno, a San Giorgio a  Cremano, spero di seguirla più direttamente!

Per ora, ho avuto la fortuna di essere presente a due eventi: alla presentazione del calendario di attività dell’Associazione, che ha visto la presenza del pasticciere Vincenzo Liuzzi della Pasticceria Apollo 16 di San Giorgio a Cremano con il suo dolce Nuvoletta,

e la bella cena a tema carnevalesco presso il Ristorante Mad in food a Piazza San Luigi, Posillipo.

Il ristorante è nel cuore della collina di Posillipo e perciò la cena, organizzata in collaborazione con l’Associazione Social Music & Fun, ha avuto per trema musicale proprio al collina di Posillipo.

La presidente Tecla Carenzo si è esibita cantando le canzoni a cui sono dedicati i 4 atti in cui è stata divisa la cena:

Si è iniziato con il primo atto, abbinato alla canzone “Napule ca se ne va“, scritta nel 1919 dal poeta Ernesto Murolo, e musicata da Ernesto Tagliaferri, che ha visto come entrè un cubotto di Parmigiana di patate e il Cocktail di benvenuto, a cui sono seguite una Mozzarella ripiena e un paio di Polpette di capocollo con Fonduta.

Al secondo atto è stata abbinata la canzone “Mandulinata  a Napoli“, scritta nel 1921 sempre dal duo Ernesto Murolo, Ernesto Tagliaferri. Per la parte culinaria sono stati presentati le Lasagne Mad ‘in Food, bianche con funghi porcini e salsiccia, a cui sono seguiti due piatti che sono stati presentati entrambi all’interno di due scodelle “commestibili” ricavate svuotando due pagnotte di pane, di cui la prima con all’interno delle Penne allardiate, condite da un sugo preparato con lardo di colonnata, pomodoro e aglio, veramente saporito, la seconda con degli ziti spezzati con una Genovese ottimamente preparata secondo tutti i crismi della tradizione napoletana.

Nel terzo atto, con in abbinamento la canzone “Piscatore ‘e Pusilleco“, scritta nel 1925 sempre dal duo Ernesto Murolo, Ernesto Tagliaferri, sono stati presentati due piatti veramente squisiti, un’ottimaTagliata di locena di maiale al pepe verde, e delle gustose Polpette al ragù, preparate a regola d’arte, con contorno di Scarole stufate e Friarelli

In tutte e tre gli atti come vino è stato abbinato Campania Aglianico Igp 2016 dell’Azienda Agricola Adelina Molettieri di Montemarano (Av).

Dulcis in fundo il quarto atto dedicato al dolce, con la canzone finale “A tazza e cafè“, scritta dal poeta Giuseppe Capaldo e musicata da Vittorio Fassone nel 1918, che quindi quest’anno, come ha voluto sottolineare Gianni Rivera, ha compiuto 100 anni, ha visto i dolci caratteristici del carnevale, ilMigliaccio, le Chiacchiere e il Sanguinaccio di cioccolato con in abbinamento l’Amaro Teggiano.

La serata è stata divertente e confusionaria quanto basta, ma soprattutto ha visto protagonista il gusto per il buono e per il bello, come di consuetudine per Spaghetti italiani.

Potrebbe interessarti:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>