Food » DiVin Castagne: l’evento dell’autunno 2017 da non perdere!

divin castagne 2017

Divin Castagne è l’evento gastronomico dell’autunno, dedicato alla buona cucina e alla promozione di un intero territorio. Da venerdì 20 a domenica 23, a cena e domenica anche a pranzo, si svolge infatti a Sant’Antonio Abate l’evento che vede all’opera chef e cuochi, impegnati in piatti tipici autunnali.

San’Antonio Abate è un paese noto per il pomodoro ma anche vicino a colline e montagne con vigneti e castagne, ricco di terre fertili e ottimi prodotti. Questa è la Campania Felix: la terra fertile da oltre 2000 anni.

Per questo siamo andati alla scoperta di un territorio con un’educational tour con tappe interessanti e panorami mozzafiato.

Prima tappa: RAS (Restoring Ancient Stabiae), partner culturale dell’evento

RAS è una fondazione ONLUS culturale italo-americana che nasce per favorire la creazione di un Parco Archeologico di Stabiae Antica. La Fondazione è stata costituita a Washington DC nel 2002 su iniziativa dell’Università del Maryland nell’ambito di un progetto di cooperazione in materia di beni culturali nato sotto l’egida del Trattato Interazionale che, in materia, lega USA ed Italia.

Ogni sapore ha una storia e conserva memoria di conoscenza: coerentemente con questa convinzione, RAS inaugura la collaborazione con l’associazione Napoli è, ideatrice ed organizzatrice dell’evento “DiVin Castagne”, con cui condivide l’impegno per la promozione del patrimonio artistico, paesaggistico ed enogastronomico della Campania.

La seconda tappa è stata allo stabilimento della celebre fabbrica di pomodori de La Torrente , che per prima nel 1965 ebbe l’intuizione di conservare la passata di pomodoro nelle bottiglia di birra. Questa scelta fu fatta perché era un sistema efficace ed economico: efficace perché il vetro, chimicamente inerte, permetteva di non aggiungere conservanti; poi, grazie al colore ambrato della bottiglia, il pomodoro era protetto dalla luce e durava di più; economico perché il riutilizzo di bottiglie di birra abbatteva considerevolmente i costi di produzione.

Dopo una bella sosta pranzo nella masseria di Carmine, dove abbiamo assaggiato le ottime castagne, insieme al “vino buono” (il Gragnano) per accompagnare a piatti genuini che profumavano di campagna.

Ci è stata qui illustrata la manifestazione, con il dettaglio della parte “food” che vede chef “celebri”, volti televisivi e di rilievo alternarsi ai fornelli creando un ristorante gourmet a cielo aperto ma alla portata anche di giovani e famiglie (in conferenza stampa ci è stato raccontato che l’attenzione a ottimi menù a prezzi competitivi è stata una scelta precisa e deliberata!).

Terza tappa: Masseria Pigliucco, partner tecnico

Qui la visita alle foci del Sarno, in un posto unico e magico: la Montoro Erbe. guidati da zio Peppe abbiamo tutti capito come nascono non solo erbe e aromi, ma anche il celebre pomodoro san marzano. Infatti, in questi terreni non interessati da coltivazioni intensive, con amore e cura, la famiglia Montoro, avvalendosi della collaborazione di una piccola ma efficientissima azienda conserviera, confeziona esclusivamente il Pomodoro San Marzano D.O.P. di sua produzione.

Infine, la conferenza stampa con il sindaco  del Comune di Sant’Antonio Abate, il dott. Antonio Varone; gli organizzatori del DiVin Castagne (Andrea D’Auria, Carmine D’Aniello e Giovanna Mascolo dell’associazione Napoli è),  Alfonsina Longobardi e Liberato Aliberti (coordinatori degli chef che parteciperanno all’evento).

Qui, appunto, ci è stato spiegato che ogni chef proporrà una portata in formato degustazione avente come ingrediente ovviamente la castagna e che si potrà dunque comporre il proprio menù scegliendo tra decine di piatti gourmet. Anche la aprte del Ludus, ovvero giochi tradizionali e palio “Votta ‘a votta” sarà sicuramente una novità apprezzata e gradita.

La giornata si è chiusa in dolcezza con un buffet di dolci e cioccolatini allestito dalla fabbrica di cioccolato Todisco

Il loro cioccolato mi ha colpito per gusto e profumo: davvero intenso e aromatico

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>