Food » Specialità: Il Principe di Francia

Immagine 3

Se mi dovessi definire gastronomicamente, tutti lo sanno, sarei probabilmente una pizza rustica o un risotto. Se mi dovessi definire come foodblogger, invece, sarei una via di mezzo tra Benedetta Parodi del tutto pronto, Simone Rugiati del tutto veloce e il mitico Beppe Bigazzi garante delle ottime qualità dei cibi. (Possibilmente, vorrei avere le gambe secche della Parodi, la parlantina del Rugiati e la saggezza di Bigazzi...).Dico questo perchè a me cucinare piace davvero tanto, ma mi piace anche acquistare delle “specialità” e concedermi il lusso di una cena a lume di candela, a volte senza neanche accendere i fornelli. Faccio finta che il mio tavolo sia magico e mi abbia portato altrove, come nei cartoon, e che volando si posi proprio dove vorrei trovarmi. Insomma, mi invento una cena “speciale” a base di “specialità”: regionali, straniere, tradizionali, purché abbiano un sapore particolare ed inconfondibile che mi faccia viaggiare col gusto e con la mente.

Questa volta facciamo che il tavolo si è fermato ad un bistrò del Quartiere Latino di Parigi, grazie al Principe di Francia.

L'altro giorno ero in giro per Salerno e l'ho scoperto: un posto bellissimo, dove trovare formaggi, miele, confetture, vini e champagne…il meglio delle specialità francesi, insomma!(trovate anche la pagina facebook)

Ho deciso così di cominciare a mettere una bandierina nel loro negozio, per inziare questa mia recensione delle specialità: loro ne hanno molte, tutte selezionate, e le mostran

buy cialis online no prescription

o con gentilezza, cortesia e conoscenza delle materie e del territorio. Tengo a dire che ero entrata a curiosare (non so nemmeno i nomi dei due simpaticissimi proprietari!) e non ho potuto resistere: ho scattato alcune foto in questo posticino carino, che è francese fin dall'atmosfera.

Il mio suggerimento è quindi di andare da loro a fare una spesa di formaggi, miele e dolcetti, ed una buona bottiglia di vino, poi apparecchiare con una tovaglia a quadretti rossi, mettere di sottofondo qualche

usa pharmacy

brano azzeccato (belli questi di Patricia Kaas che reinterpreta Piaf) e sentirsi sulla vie en rose.

Di seguito un pò di foto che ho scattato (molto alla buona, chiedo scusa per la qualità delle foto) nel negozio l'altro giorno:

principefrancia

i proprietari

i vini

dolcetti e confetture

Il Principe di Francia…ed io!




zp8497586rq

Potrebbe interessarti:

I commenti sono chiusi.