Food » Il “Panettone doppia stagione”: la novità 2017 della Pasticceria Mennella premiata a Milano e Napoli da Re Panettone.

panettone mennella

Le pasticcerie campane da anni si scatenano con una produzione di panettoni e lievitati che, infatti, ha visto bissare la manifestazione Re Panettone da Napoli a Milano. Proprio nell’ambito di questa manifestazione, che si è svolta all’Hotel Parker nel fine settimana scorso, ho potuto assaggiare tutte le ultime novità dei panettoni artigianali campani (e non).

Mi ha colpito molto il panettone di Mennella, che, quest’anno, oltre al classico e a quello al limoncello, il Panettone alle albicocche del Vesuvio con copertura mandorlata, al Cioccolato fondente e fichi bianchi del Cilento, propone un nuovo panettone Mandarini e Lamponi:

Oltre al Panettone Classico Milanese (senza copertura) c’è anche il Pandoro. La storica pasticceria di Torre del Greco ha avuto ad oggi due riconoscimenti dalla giuria di Re Panettone:

NAPOLI – Premio Re Panettone “Miglior panettone Innovativo” 2016 – Secondo classificato.

MILANO – Premio Pangiuso Miglior Panettone Tradizionale 2017 -Menzione d’onore

Genuinità e tradizione, selezione attenta delle materie prime e ingredienti 100% naturali sono la filosofia produttiva di casa Mennella, pasticcieri a Torre del Greco dal 1969. Semilavorati e scorciatoie produttive sono bandite. Uova fresche, rotte una ad una ancora a mano; latte intero, burro, mandorle fresche della Puglia, nocciole di Giffoni, lamponi e fragoline del Cilento, noci e limoni di Sorrento, cioccolato fondente sono solo alcuni degli ingredienti utilizzati ogni giorno per creazioni di tipica tradizione napoletana come le sfogliatelle o le code di aragosta, lavorate ancora a mano. La produzione di panettoni avviene nei mesi di novembre e dicembre e non supera i 5000 pezzi.

Potrebbe interessarti:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>