Food » Pasqua= uova. Uova= Carbonara

carbonara

Nel periodo di Pasqua si festeggia la rinascita, la primavera, la vita. Le uova sono da sempre uno dei simboli della Pasqua, anche in cucina: uova sode, pizze e rustici a base di uova, carni preparate in fricassea, con aggiunta d’uovo, appunto.

Ma per me le uova vogliono dire soprattutto e sempre carbonara, uno dei piatti preferiti della mia infanzia e in assoluto della mia vita.

Grazie ad AlofoodItalia e al suo splendido box “Forever Young” avevo ancora un pò di ottima goletta: perchè non approfittarne quindi?

Ed ecco quindi la mia carbonara, rigorosamente con solo tuorlo, congelato un’oretta e poi decongelato e con pasta corta, che preferisco.

Se poi avete la fortuna di berla con una Collesi fredda…bè o siete fortunati, o conoscete Alofood!

Carbonara

(per 6 persone)

500 grammi di pasta doi Gragnano trafilata al bronzo

6 tuorli d’uovo

200 grammi di pecorino romano

250 grammi di guanciale o goletta

Prendete 6 tuorli, mettetili in una ciotolina e fateli congelare in freezer per lameno un’ora. poi toglieteli mezz’ora prima che la apsta sia pronta. In una padella di ferro fate andare il guanciale tagliato a striscioline tutte uguali, possibilmente con al stessa parte di grasso e carne. Cuocete la pasta al dente in acqua poco salata, scolatela e fatela soffriggere nella padella dove il guanciale (che avrete tolto) ha rilasciato i grassi, insieme al pecorino e a molto pepe e ad acqua di cottura finchè non formino una leggera cremina. Spegnete, aggiungete le uova e 2 cucchiai di acqua di cottura, ed infine il guanciale croccante.

Potrebbe interessarti:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>