Food » Pasta e zucchine alla Nerano (l’unica e meravigliosa)

spaghetti_zucchine

Io adoro la pasta e zucchine: la mangerei sempre, in ogni luogo e in ogni dove, il suo sapore è per me unico, anche perchè mi ricorda le estati a Nerano da b

buy viagra uk

ambina coi miei genitori.

Nerano è un piccolissimo borgo in costiera, luogo magico e incantato, dove, a pochi passi gli uni dagli altri, si trovano ristoranti famosi in tutto il mondo per la loro cucina. Il piatto più conosciuto è proprio quello della pasta e zucchine alla Nerano: una pasta con zucchine tagliate a cubetti, sfritte poco e mantecate con tanto provolone grattugiato e/o parmigiano. Sicuramente, è una ricetta semplice, ma racchiude una bontà antica e anche qualche segreto degli chef locali.

Lo so, qui l’ho fotografata nemmeno fosse stata la zuppa Campbell per Andy Warhol, ma per è un simbolo di estate, mare, famiglia, gioia. Questa volta, oltre ad una grattugiata di provolone del Monaco dop (che però era troppo poco..), ho usato anche il formaggio grattugiato che mi ha inviato la Inalpi e persino una fettina, e devo dire che il risultato è stato buono, segno che il formaggio grattugiato era ben stagionato (come per la cacio e pepe se il formaggio non è ben stagionato, tende a fondere e raggrupparsi e non va bene).

Pasta e zucchine alla Nerano

Ingredienti

500 grammi di zucchine piccole e paesane

4 cucchiai di olio extravergine

1/2 cipolla bianca

una noce di burro

100 grammi di provolone del monaco

100 grammi di formaggi

grattugiati

menta fresca

400 grammi di spaghetti Garofalo

Procedimento

Tagliare le zucchine a cubetti, con tutta la buccia, e farle soffriggere in olio e burro profumato con poca cipolla bianca tagliata a velo. le zucchine devono rosolare restando soffici e oleose. Scolare al dente gli spaghetti e mantecarli con i formaggi e un pò d’acqua di cottura, facendo attenzione a rendere i formaggi una crema e non dei paggnocchi filanti. Aggiungere menta fresca.

Con questa ricetta partecipo al contest Zucchine in Fuga del Giardino degli Aromi) e a quello La perla della cucina italiana di Dolci a Gogò, con una ricetta tipica della tradizione (se non italiana almeno campana) da me rivisitata anche con formaggi da supermercato, senza perdere in bontà e acquistando in praticità.

Potrebbe interessarti:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>