Food » Pizza dolce: pizza pastiera

img_7304

Parlare di pizza dolce in questo momento non significa cavalcare l’onda di un trend- che vede al momento la pizza cresommola di Franco Pepe, realizzato proprio con le albicocche del Vesuvio- tra le migliori espressioni- ma riconoscere che la pizza è una preparazione versatile, a tutto pasto, degna della migliore cucina italiana.

Per questo ho accettato subito e con piacere di partecipare al contest Pizza Dolce promosso da Ciro Di Giovanni della Pizzeria Magma di Torre del Greco, presso le piscine Sakura, e da Marina Alaimo, che di pizze e prodotti del territorio (tra cui l’albicocca crisommola, apputno) ne ha fatto una bandiera.

E così ecco la mia pizza dolce interpretata come una pastiera, simbolo tradizionale di rinascita e prosperità. E a settembre, in fondo, non ci auguriamo tutti di germogliare in un anno bellissimo? Ho scelto questa tipologia di preparazione perchè i ruoti sottili di alluminio delle pastiere, che in periodo pasquale invadono Napoli, sono simili a quelli delle “pizze nel ruoto”, altra bella tradizione che sta riprendendo piede nelle pizzerie, nei panifici e nel “mondo pizza”.

Ecco qui gli ingredienti, classici:

ricotta, grano, acqua di fiori d’arancio, uova, cannella e ovviamente l’impasto classico, con mezzo cubetto di lievito di birra, 750 grammi di farina e 1 litro d’acqua.

Per ungere il ruoto, “sugna”, ovvero strutto, che personalmente utilizzo anche nella pasta frolla della Pastiera, a Pasqua.

Poi una prima cottura dell’impasto, una farcitura, le classiche striscioline… e voilà!

Il profumo dell’impasto tradizionale della pizza, e quello della classica crema della pastiera hanno creato un mix di profumi bellissimi, sembrava davvero di essere a Pasqua!

pizzadolce_n

Potrebbe interessarti:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>