Food » Piccole cose (spaghetti al pomodoro)

spaghettialpomodoro

Ci sono giorni in cui succedono grandi cose: ti sposi, ti assumono, partorisci, incontri un'amica vera. Sono quei giorni che ricorderai una vita intera.

Ci sono altri giorni, che verranno dimenticati, archiviati come “normali”, “ordinari” e di cui perderai traccia, nella somma dei ricordi importanti che li sommergeranno. Eppure io amo quei giorni normali: io non sono donna di grandi emozioni, ma di piccole, rassicuranti felicità. (come uno spaghetto al pomodoro fresco…)

L'adolescente sognatrice ed inquieta che sono stata inorridirebbe a questa prospettiva di “donna banale” quale sono diventata. Eppure, lo confesso, io ormai sono così: amo le piccole cose, le giornate tranquille e serene.

Amo il fatto che ora lo scricciolo dica “goal!” quando giochiamo a calcio,  il caffè del mattino che mio marito mi porta con un sorriso, mettermi in auto con la radio a palla e cantare a squarciagola andando a lavoro,  sbirciare le navi ferme in porto e sognare un grande viaggio,  fare la spesa con la mamma e chiacchierare ridendo, scrivere un articolo e trovare le parole giuste, incontrare un'amica al parco, cucinare qualcosa di buono, chiedere a mio fratello di farmi capi

buy viagra online

re le ultime novità politiche, un sorriso del mio cucciolo, leggere un buon libro, guardare il trailer di un film meraviglioso- anche se non lo vedrò mai, guardare le ricette in tv, vedere 1 kg in meno sulla bilancia, farmi un bagno coi sali profumati, telefonare a un'amica lontana e sentirla vicina, stare tutti abbastanza bene, mettermi un pantalone nuovo, cucinare un semplice spaghetto al pomodoro fresco.

Spaghetti al pomodoro fresco

200 gr di spaghetti Garofalo

500 gr di pomodorini datterini

1 mazzetto di basilico

4 cucchiaini di zucchero

1 spicchio d'aglio

2 bicchieri di olio extravergine d'oliva

una punta di peperoncino macinato

Fate soffriggere l'aglio, quando è ben cotto buttate i pomodorini (lo so, schizzano, ma sopportate!) e aggiungete lo zucchero. Fate cuocere a fuco vivo finchè non vedete un sughetto. Scolate molto al dente gli spaghetti con parecchia acqua di cottura. Amalgamateli per bene aggiungendo tanto basilico e la punta di peperoncino (che non deve sentirsi). A fine cottura salate.

Di giorni così, ce ne sono tanti e sono comunque troppo pochi.

zp8497586rq

Potrebbe interessarti:

I commenti sono chiusi.