Festival Ugo Calise 2016

Schermata 08-2457606 alle 00.41.33

Si apre domani l’edizione 2016 del Festival Ugo Calise, che si svolgerà dal 5 al 7 agosto ad Oratino, splendido bordo a pochi km da Campobasso, per onorare la memoria del Maestro Ugo Calise, indimenticato autore ed interprete della canzone napoletana –sua la celebre Ugo Calise – ‘Na voce, ‘na chitarra e ‘o poco ‘e luna, cantata dai più grandi, da Mina, a Teddy Reno, e qui nella splendida cover del Collettivo Be Quiet realizzata per la presentazione della prima edizione del Festival:

Oratino è stata, insieme ad Ischia, fondamentale per la formazione del Maestro, ed oggi conferma la sua vocazione artistica ospitando un Festival dedicato alla giovane canzone d’autore.

In tempi in cui è difficile cantare il vissuto, e farlo in maniera garbata ma attenta, il direttore artistico  Giovanni Block, riesce invece a trovare la giusta misura per farlo, onorando il Calise Style. Block, infatti, seleziona il meglio della scena italiana e diventa ambasciatore del Maestro Ugo Calise. L’ultimo lavoro di Block, Senza Perdere ‘O Tiempo lo ha portato dall’italiano verso la lingua napoletana. Il napoletano di Block è un valore aggiunto a una musicalità contemporanea ed insieme tradizionale, completando le sue belle composizioni con nuove immagini e  metafore, che partono dal mare, dal vento e dalla luna, elementi cari, appunto, anche a Calise.

Ma oltre al Festival c’è da scoprire un borgo che diventa palcoscenico di note e crocevia di sapori: il Molise è regione di tartufo, formaggi e salumi.

Per me è patria (insieme all’Abbruzzo) di uno dei miei piatti preferiti, anzi delle mie polpette favorite: le pallotte cace e ove. E se dei miei consigli gastronomici vi fidate, accorrete e sono certa che non apprezzerete la visita ad uno dei borghi più belli d’Italia, proverete il percorso enogastronomico e vi immergerete in un’atmosfera incantata.

Che aspettate?

Pubblicato in Food | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Panda park, food e relax per famiglie

pandapark

Napoli è la bellissima città delle contraddizioni.

Tra queste, quella di essere una città con ancora un alto tasso di bambini, e allo stesso tempo con pochissime strutture degne di loro. I nostri bambini sono costretti a essere “lazzari” e noi genitori a stare tappati in casa, o infestare posti palesemente non adatti a noi.

Così, al culmine di un periodo genitoriale un pò difficile, vi racconto oggi di Panda Park, a Posillipo, quartiere chic ma soprattutto fresco e panoramico di Napoli, dove uno storico luna park si adegua alle esigenze attuali con una buona offerta food e una bella area relax, per permettere a genitori e figli di rilassarsi, isnieme, per qualche ora.

E insieme a questo racconto, ho deciso di provare a costruire una nuova categoria.

No, non ho intenzione di diventare una di quelle “mamme blogger” che vi raccontano tutto dei propri figli:i figli sono troppo importanti per parlarne su un blog. Nè so fare quei fatti green e ricicloni o le ricette per bambini. Semplicemente, proverò a segnalare luoghi –dalla mia città e da ogni dove– adatti alle famiglie.

E torniamo quindi a Panda Park, di cui oggi si presenta una nuova immagine, creata da Adv Plugin, un nuovo logo che suggerisce l’idea del benessere, un nuovo menu che vedee accanto ai piatti per bambini una buona lista di vini per i genitori, un’offerta di panini non male, qualche altra sfizioseria alla piastra o fritta. Nel complesso, una buona offerta da pub-steakhouse –oltre che da bar–a prezzi contenuti e con materie prime selezionate.

Il posto è allegro, divertente, e oltre alle giostre abbiamo apprezzato particolari che sembrano inezie e invece sono spesso fondamentali: dei bagni bellissimi, curatissimi, con capiente fasciatoio; cotolette di vero pollo e non di carni strane; il telo da cinema che proiettava i film di Walt Disney quando si è fatto buio; i calici giusti e i vini a temparutra ottimale di servizio.

Se ci aggiungete che ha il parcheggio e l’aria fresca di Posillipo, capirete perchè mi ha conquistato: un luogo dove mangiare, far giocare i bimbi e respirare un pò.

Pubblicato in Food | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

A Vietri sul mare libri sui lidi con Graus Editore

foto di milady

Vietri sul Mare è il mio luogo dell’anima, il mio posto ideale.

E da oggi riunisce due mie passioni meravigliose: libri e mare!

Da oggi, 8 luglio, prende avvio, sugli stabilimenti balneari di Marina di Vietri sul Mare, il programma “Approdi d’Autore – Per un tuffo di libri” proposto da Graus Editori e fatto proprio dalla Pro Loco di Vietri sul Mare.
Trattasi di un progetto all’insegna della lettura gratis, in completo relax sotto l’ombrellone con un buon libro messo a disposizione negli stabilimenti balneari e negli alberghi di Vietri sul Mare.
L’iniziativa è stata voluta da Piero Graus ed ha trovato l’entusiastica adesione di Cosmo Di Mauro, Presidente della Pro Loco della cittadina costiera. L’editore napoletano, già noto sulle nostre coste per una serie di pubblicazioni di libri, ultimo dei quali “Viaggio Inverso – letterati, artisti e dive sulla Costa d’Amalfi” di Vito Pinto, ha praticamente messo a disposizione della Pro Loco di Vietri oltre 500 libri di varia natura, che i clienti degli stabilimenti balneari possono prendere in prestito di lettura, successivamente riconsegnare o tenere per la loro biblioteca, del tutto gratis. In sintesi è uno stimolo alla lettura in giorni di relax, come quelli dedicati alla balneazione, alle ferie, con l’aggiunta di poter leggere il genere di libro che piace e che spesso non si può leggere perché presi dalla quotidianità incalzante.
Nelle piccole e simpatiche biblioteche balneari, predisposte dalla pro Loco di Vietri, i lettori possono trovare libri di narrativa, come di saggistica, di satira come di gastronomia, nonché libri per bambini, perché la mente va alimentata ogni giorno come ogni altra parte del corpo.
Gli stabilimenti balneari dove si possono trovare i libri sono: Calypso, California Beach, Risorgimento Costa d’Amalfi, Rosa dei Venti, Ciurma, La Crestarella, Baia, spiaggia ed hotel. Inoltre libri gratis anche negli alberghi vietresi Bristol, Lucertola, Hotel Vietri ed Hotel Raito.
“E’ una iniziativa che già da qualche anno riscuote non poco successo ad Ischia – dichiara l’editore Piero Graus – e che quest’anno abbiamo voluto sperimentare anche a Vietri sul Mare, sicuri di incontrare uguale attenzione”.
Dal canto suo Cosmo Di Mauro, Presidente della Pro Loco di Vietri sul Mare, ha dichiarato: “L’iniziativa di Piero Graus mi ha subito entusiasmato, perché è un valore aggiunto che offriamo, gratuitamente, ai nostri ospiti, e sono numerosi, vista l’ampiezza della nostra spiaggia non riscontrabile in altre località della Costiera d’Amalfi”.
Allora… Buona lettura a tutti sotto l’ombrellone.

Pubblicato in Food | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Birra Marechiaro

antoniana

Io purtroppo all’Hotel Parker ieri non sono potuta andare, a causa di una influenza gastrointestinale che proprio non mi permetteva di assaggiare una birra.

E di solito io non parlo mai di eventi a cui non vado.

Vedo troppi blog diventati solo una collezione di comunicati stampa. Per alcuni, tenuti da giornalisti, da addetti ai lavori, è giusto. Per altri, meno.

Per il mio non lo è, in ogni caso. Questo è il mio spazio di scrittura libera, non un giornale personale. Qua informazioni ne trovate tante, ma le esperienze devono essere verificate.

Ma stavolta faccio un’eccezione. La faccio perchè il Parker è un luogo bellissimo di questa città, e perchè le birre Antoniane sono buonissime.

Infine, come non amare una birra che si chiama Marechiaro???!

Di seguito comunicato stampa:

Marechiaro

la nuova birra firmata Birra Antoniana dedicata a Napoli

 

NAPOLI – Marechiaro è la nuova birra firmata Birra Antoniana dedicata a Napoli: una Lager dal carattere aromatico unico e inconfondibile che ben si combina con i profumi e i sapori della cucina mediterranea e partenopea. Colore biondo deciso, buon corpo maltato che sostiene alla perfezione i profumi erbacei e floreali del luppolo, Marechiaro è fresca e vivace come i profumi della macchia mediterranea.  È ideale per accompagnare la pizza napoletana, suo abbinamento d’elezione; ma ben si sposa ai più tradizionali sapori campani come il cuoppo di fritti, il baccalà, il polpo, il sontuoso casatiello, il panino con la salsiccia e i friarielli, la frittata di maccheroni. L’etichetta è un omaggio gioioso a Napoli con la celebre veduta del golfo e del Vesuvio e l’immagine di Pulcinella.

 

Siamo sempre stati affascinati tanto dalla cultura quanto dai sapori della gastronomia partenopea. E, davanti ad una buona pizza napoletana, abbiamo avuto l’idea: dedichiamo una birra a questa terra meravigliosa”, ha annunciato Sandro Vecchiato, fondatore e general manager del birrificio veneto. “Il nostro slogan è da sempre “la birra dalla nostra terra” ed oggi siamo in una terra bellissima, Napoli” ha dichiarato durante la presentazione al Grand Hotel Parker’s di Napoli.

L’abbinamento con la pizza è stato sancito anche dall’Associazione Verace Pizza Napoletana che ha definito Marechiaro: “una vera eccellenza”.

Il Birrificio Antoniano inizia la sua produzione nel 2013 a Ronchi di Villafranca Padovana e fin dalla sua fondazione sceglie di essere una società agricola. Una decisione consapevole per legarsi strettamente a quella terra che dona un sapore unico a tutte le birre in gamma. Il birrificio gestisce più di 120 ettari di terreno tra Friuli Venezia Giulia e Veneto. Il primo orzo viene raccolto nel giugno 2013. La profonda conoscenza del mercato delle birre speciali, la grande esperienza di un birraio veneto, l’attenzione alla tecnologia e all’innovazione degli impianti: sono gli ingredienti che contribuiscono a creare una birra dal cuore autenticamente italiano ma dalla spiccata vocazione internazionale.

 

Pubblicato in Food | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento