Ho fatto una cavolata!

cavolo

Quando si dice “fare una cavolata” si intende “fare una sciocchezza” ed effettivamente il povero cavolo è assai bistrattato.

Il cavolo entra nei modi di dire fondamentalmente per due ragioni: la prima è data dal suo scarso valore commerciale, la seconda da una vaga assonanza eufemistica con il termine popolare usato per l’organo genitale maschile. Per entrambi questi motivi il cavolo è divenuto simbolo di cosa spregevole oppure di scarso valore (Corriere).

Eppure, il cavolo è un prezioso alleato della salute: il cavolfiore aiuta a prevenire il cancro al colon e l’ulcera e cura l’anemia e, insieme ai broccoli, i cavolfiori, sarebbero efficaci nella prevenzione del cancro alla prostata (Fondazione CMT).

Per questo, prima che l’estate travolga tutto con i suoi ortaggi, ho scelto di preparare una ricetta semplice, rapida, gustosa e adatta al clima più caldo, col cavolo appena appena cotto. Io ho scelto il cavolfiore IGP della Piana del Sele. Mi ha incuriosito leggerne sul blog di Luciano Pignataro, anche perchè ho provato il trucco del pane con l’aceto sul coperchio ed effettivamente ne ha neutralizzato lo spiacevole odore.

Quanto al sapore, a me è piaciuto trovare il cavolo croccante, con una cottura express di 5 minuti. Ho unito al cavolo frullato in briciole, da crudo, un semplice misto per soffritto, nel mio caso surgelato (orrore!), e ho spadellato insieme come per la mantecatura di n risotto. Ho aggiunto un pò di olio buono, peperoncino in polvere e un goccio di colatura di alici.

Ricetta fast, healthy and comfort!

Pubblicato in Me | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Serata a 4 mani da Opera Restaurant

IMG_20220317_184156

Vi racconto la storia di un’amicizia. Quella tra uno chef e il suo secondo che riescono a prendere insieme, in una città particolare come Napoli, una stella Michelin.

Lo chef resident di Opera, che avevo già avuto modo di apprezzare, ha voluto fortemente una serata con lo chef stellato Gianluca D’Agostino, che dopo l’esperienza del Veritas promette scoppiettanti novità. Per Raffaele, chef D’Agostino è un mentore, un ispiratore, un amico.

Uno dei piatti pensato per questa special night, già quasi sold out, con un menù di 5 portate e altrettanti vini in abbinamento, sarà il signature dish “come Un filetto al pepe verde”. Continua a leggere

Pubblicato in Me | Lascia un commento

Rustico Napoletano con Farina Caputo

Schermata 2021-10-22 alle 18.51.12

Finalmente la serata fresca permette di accendere il forno, mio fratello è in arrivo da Roma: cosa meglio di un rustico napoletano?

no images were found

Continua a leggere

Pubblicato in Food | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Il giardino delle zucche – Pumpkin patch

Schermata 2021-10-01 alle 16.00.15

Mi hanno già scritto tante di quelle persone per saperne di più sul Giardino delle Zucche di Pignataro Maggiore che forse questo post sarà superfluo, ma ottobre è iniziato e io voglio festeggiarlo raccontandovi di questa meravigliosa realtà.

Prima vi mostro qualche foto, poi chiarisco alcuni dubbi in base alle domande che mi avete fatto via social:

Continua a leggere

Pubblicato in Food | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento