Principale » The money drop

MoneyDropLogoFisso

..stai lì a guardare ogni tanto le perdite: bianche, gialle, rosso sangue, filamentose, acquose…a monitorare i dolori: intensi, lievi, forti, regolari, a sprazzi…a pensare “vado in ospedale a farmi controllare”, poi rispondi al telefono, poi ci ripensi e dici “no, sto a casa”, poi ti

generic cialis price

senti abbattuta, e ti prende lo sconforto, e un attimo dopo ridi di te stessa…

perchè questi ultimi giorni sono così: un manicomio senza alcuna logica, né fisica né emotiva.

di queste ore ricorderò, probabilmente:

i bagni caldi a lume di candela,

i massaggini alla schiena, le nottate  camminare in corridoio, morta di freddo,

la puntata di “the money drop” che ci vediamo tutte le sere a mezzanotte, come un piccolo rito che ci riporta alla normalità,

ricorderò le lettere bellissime che ti ho scritto in mente e che non ho avuto il coraggio di mettere su carta, perchè mi dà l’ansia pensare a te come un bambino vero e un adulto di domani,

le canzoni che mi canticchio in mente quando sono tesa,

le giornate dagli orari scombinate e le notti lunghe e belle,

ricorderò l’orologio che scandisce i dolori,

le telefonate di tante persone che mi stanno vicino,

i racconti a mauro delle cose belle che ci sono nel mondo, sperando di convincerlo a uscire perchè, nonostante tutto, questo è un bel mondo e questa vita vale la pena viverla.

Potrebbe interessarti:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>