Food » Pasqua x 8 (giorni)!

casatiello

Diciamo che Pasqua è passata e forse le persone “di buona volontà” si sono già messe a dieta. Io non l’ho ancora fatto: troppi sono i succulenti “avanzi” da assaggiare: uova di cioccolata, salumi, formaggi ma, soprattutto, la splendida colomba al limoncello di Pepe.

Insomma, per me Pasqua deve ancora passare, e durerà ancora altri 8 giorni! Del resto, io sono di Napoli e in Campania abbiamo appena archiviato la Pastiera ed il Casatiello, ma aspettiamo ancora le feste 8 a Pasqua”.

Nell’ottava di Pasqua, ovvero la domenica e il lunedì successivi, che sono ancora “in albis” secondo il calendario cristiano, ci sono diverse località campane in cui a processioni religiose si accompagnano riti tradizionali e piatti tipici. Per esempio, a Vitulazio (provincia di Caserta) c’è la festa di Santa Maria dell’Agnena, mentre a Pagani c’è la celebre Festa delle Galline, con il suo patrimonio antropologico di canti e balli ma anche di piatti tipici: oltre al casatiello e ai carciofi arrostiti la fanno da padrone i tagliolini al ragù di carne e le salsicce.

La mia famiglia ha orgini paganesi: sarà per questo che ancora non ho tolto le decorazioni pasquali da casa (e anche perchè questa Pasqua è arrivata frettolosa e un pò affannata tra impegni e complicazioni varie) e la famigerata dieta inizierà solo lunedì prossimo, quando avrò davvero smaltito tutto (o aperto come nel caso della colomba di Pepe) e finito di cucinare verdure, carne e cose buone varie. Poi…Dieta!

Potrebbe interessarti:

I commenti sono chiusi.