Principale » Ed io…

che pacco!!!

che credevo che ti avrei riempito di parole, sogni, emozioni, aspettative, anche ansie e angosce.

Io che credevo che avrei dialogato con te ogni minuto, mi sarei sentita finalmente donna, avrei scoperto il quark che governa l’Universo.

Io che c

buy cialis online no prescription

redevo che saresti stato l’unico pensiero di

cheap generic cialis

ogni singolo momento, perchè avrei voluto regalarti completa attenzione.

Io, che credevo tutto questo, mi sbagliavo.

Sei tu che hai fatto a me un regalo, uno dei tanti ancora prima di arrivare.

Hai costruito intorno a noi una bolla, dove il mondo mangia, ride, dorme, litiga solo ogni tanto, passeggia, fa gli auguri, saluta, e poi ri-mangia, ri-dorme, ri-chiacchiera a vuoto.

Questa bolla ci riporta quando io avevo suppergiù 8 anni e un’infanzia felice. Dopo sono stata una pre-adolescente con troppi sogni, un’adolescente disgraziata, una ragazza troppo seria e responsabile, una giovane donna indaffarata…sempre qualcosa di pesante e pensante. E adesso, che per la prima volta mangio quello che mi pare senza mettere più peso del dovuto, mi sento leggerissima e ottimista. Te lo volevo dire, prima che pensassi che sono una sfaticata o che mi hai rubato la vena poetica. No, assolutamente.

Sono solo concentrata sul respiro quieto del mondo, sul segreto che nonostante tutte le guerre fa ancora girare la Terra e la farà girare ancora.

Per cui, volevo ringraziarti dei sonni profondi, delle mangiate di gusto, dell’assoluta mancanza di pensieri brutti e dirti che non ti scrivo e non ti parlo, ma tu già sai che questa nostra quiete non durerà ancora per molto e vale la pena godercela tutta, senza nulla aggiungere.

Potrebbe interessarti:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>