StoryTelling » 9 maggio, Liberato. Intervista a Camilla Formisano

napoli

Liberato: 5 pezzi, 5 interviste a testimoni privilegiati.

Dopo tutto, (domani) è 9 maggio.

 schermata-2018-05-08-alle-15-57-13Camilla Formisano, blogger, web content manager, donna di comunicazione da sempre osservatrice del contesto culturale neo-melodico napoletano, incline ad analizzare la bellezza del trash. Due parole su Liberato e il suo progetto di comunicazione. Che ne pensi?

Sicuramente in questo momento Liberato è il progetto di comunicazione più articolato che ci sia a Napoli. E parlo di comunicazione, non di musica, perché dal punto di vista musicale non è niente di tanto innovativo. Le storie sono le stesse di Alessio, ma magari raccontate in una chiave più raffinata, con una base rimata sotto e soprattutto con un video da maestro sotto. Liberato è la napoli trendy che a tutti piace vedere, un po’ come Gomorra.

schermata-2018-05-08-alle-14-16-02

E’ un neomelodico 3.0 o piuttosto un indipendente intelligente che ha scelto il napoletano come lingua dei suoi pezzi?

Penso sia un collettivo di più artisti, di cui alcuni sicuramente napoletani, che hanno scelto il napoletano come precisa scelta di stile e linguaggio

schermata-2018-05-08-alle-14-13-47

- Se potessi essere al concerto sul Lungomare, chi penseresti di vedere sul palco? e chi tra il pubblico?

schermata-2018-05-08-alle-15-54-07

Il 9 maggio non credo ci sarà nessuno sul palco e dubito anche che ci sarà un palco. Svelare ora l’identità romperebbe tutto l’incantesimo. Mi immagino più una cosa tipo flash mob sponsorizzata dalla Converse.

Potrebbe interessarti:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>