Tv » Lasciami cantare!

lc

Prendi gli insegnanti di “Amici”, gli “opinionisti” di vari programmi Rai e Mediaset, un pò di attori in attesa della grande occasioni o con un ricco passato alle spalle (ma un presente incerto) e mescola. Quello che ne esce è questo programma, che sembra a tratti “La corrida” dei Vip, a tratti una trasmissione di Paolo Limiti (non a caso in giuria), a tratti “I migliori anni”.

Però la verità è che il programma non è brutto, e nonostante sia un'idea poco originale, il risultato non è male: sembra uno di quei piatti del riciclo, tipo la pasta al forno riscaldata, che però sono buonissimi.

Carlo Conti è sempre sé stesso: può piacere o non piacere, ma mette allegria, forza e carattere.

Tra i vip c'è qualche novità “appetitosa” come il mitico chef Frei Klavierspielen Nach Klavierakkorden

oborghese.com/” target=”_blank”>Alessandro Borghese, mentre il fatto di avere vocal coach noti come Luca Jurman e Mariagrazia Fontana rende intrigante la parte-siparietto relativa alla preparazione canora. Il meccanismo della trasmissione è simile a quello di “Ballando con le stelle”, e le coreografie abbinate alle canzoni in gara ricordano più “Fantastico” che il serale di “Amici”, a cui, comunque, ammiccano.

In generale, il programma è piacevole ed adatto all'estate che quest'anno sembra ricca di novità, con “Top Star Chef” in prossima partenza e qualche serie ripescata. Nonostante tutto, le repliche nono mancheranno ed i film di alta tensione, che

buy cialis

non spaventano più nessuno al quarto passaggio televisivo, ci saranno. Eppure, le generaliste vanno riabilitate: stanno cominciando ad adeguarsi alla novità del  digitale terrestre, in cui le alternative non mancano, e quindi sperimentano o, almeno, “riciclano”.

zp8497586rq

Potrebbe interessarti: